Tutto quello che c’è da sapere sul mutuo arancio di IngDirect.

Perché richiederlo.

Il mutuo di INgDirect si chiama mutuo arancio ed è perfetto per chi vuole acquistare un immobile a uso abitativo come prima o seconda casa. È anche l’ideale per sostituire un mutuo ipotecario già esistente e in questo caso si chiama mutuo arancio sostituzione. Molti richiedono un mutuo arancio per avere maggiore liquidità per un rifinanziamento destinato alla prima o seconda casa oppure per altri scopi, a patto che l’immobile sia libero da ipoteche e sia l’abitazione principale.

Quali sono i limiti.

Per il muto arancio acquisto, il limite massimo finanziabile corrisponde all’80% del valore dell’immobile oppure del costo delle opere da realizzate. Per il finanziamento sulla prima casa, l’importo non dev’essere inferiore a 50 mila euro e non superare il milione di euro. Se per la prima casa si dovesse scegliere un tasso fisso, il limite diventa 550 mila euro.  Il limite diventa 500 mila euro per la seconda casa. Lo stesso vale per il muto arancio sostituzione e rifinanziamento. Per il mutuo arancio liquidità, infine, la soglia minima è di 50 mila euro.

Quali sono i tempi e i tassi.

Il Mutuo Arancio ha un termine di dieci, quindici, venti, venticinque o trent’anni se si opta per il tasso fisso rinegoziabile. Il limite diventa dieci o quindici anni con un tasso fisso. Se invece si sceglie il tasso variabile, il mutuo arancio ha una durata compresa tra dieci e trent’anni. Le spese per la stipula del contratto sono tutte a carico del cliente: le spese di istruttoria del mutuo  corrispondono a 750 euro,  le spese per la valutazione dell’immobile da parte del perito dalla banca sono di 250 euro, per un totale di 1000 euro. Se il mutuo arancio è a tasso fisso rinegoziabile c’è una spesa una tantum di 500 euro per rinegoziare il tasso alla scadenza. Sono gratuiti, invece, il conteggio di eventuali rimborsi anticipati, l’incasso della rata dal conto corrente, gli accolli, le variazioni del piano di ammortamento, le espromissioni e i subentri. Con un preavviso di 15 giorni, il cliente può estinguere in modo parziale o totale il mutuo arancio senza alcuna penale.

Di più su : www.contocorrenteonline.com .