Smaltimento e rimozione dell’amianto: come si fa

Forse non tuti sano che cosa sia l’amianto e perché sia talmente pericolosa da dover necessitare di determinati protocolli di trattamento e smaltimento amianto a Torino come la rimozione. Per avere una prima infarinatura su questo argomento, è possibile leggere con attenzione questo interessante approfondimento.

Che cos’è l’amianto e perché è pericoloso

L’amianto è un prodotto minerale che deriva da attività estrattiva molto pericoloso sottopormi di sottili fibre. Queste fibre leggere e volativi si disperdono molto facilmente nell’aria e vengono respirate. Una volta nei polmoni, possono dare origine a patologie tumorali visto che sono cancerogene. È possibile sentir parlare di amianto anche come asbesto.

Quando ricorrere alla rimozione

La rimozione è il protocollo migliore che ci sia in assoluto per azzerare il rischio di contatto con pericolose fibre di amianto. Sfortunatamente, non è sempre possibile procedere in questo modo perché devono sussistere determinate condizioni. Infatti, il prodotto incriminato deve esser in buone condizioni e possibile da spostare quindi non fissato ad altre parti dell’edifico o comunque di facile rimozione.

Indossando le dovute precauzioni, il prodotto che contiene fibre di amianto, viene prelevato dal luogo in cui si trova e rimosso del tutto, azzerando il rischio per la salute della persone. A differenza di altri prodotti di smaltimento amianto a Torino, la rimozione non richiede alcuna fase successiva di monitoraggio poiché non sussiste più alcun pericolo.

Come si smaltisce l’amianto

Quando si parla di amianto, non è possibile buttarlo via con altri prodotti in un discarica qualsiasi ma deve essere trattato affinché non sussista più alcun tipo di rischio. Nel momento in cui gli esperti di bonifica e smaltimento amianto a Torino rimuovo il manufatto, questo va conferito presso centri specializzati nel trattamento di rifiuti pericolosi e tossisci dove viene sottoposto a processi particolari che ne neutralizzano il rischio una volta per tutte. È del tutto illegale invece buttare l’amianto in una discarica qualsiasi o addirittura abusiva o, ancora, disperderlo nell’ambiente e lasciarlo alla mercé delle intemperie che lo deteriorano molto velocemente.